idratare-la-pelle

IDRATARE LA PELLE DOPO L’ESTATE

Trattamenti a casa e in istituto, per ripristinare le condizioni ottimali della pelle.

DISIDRATAZIONE e PHOTOAGING sono i principali effetti visibili dopo l’estate, anche se non si è andati in vacanza, perché gli agenti atmosferici agiscono sull’epidermide anche in città, ovviamente in misura minore. Diverso è il caso di chi è andato al mare o in montagna. La pelle esposta al sole, al vento, alla sabbia e al sale si disidrata, per cui risulta asfittica e fotodanneggiata: la disidratazione è una condizione di rischio per l’invecchiamento cutaneo e la comparsa delle antiestetiche rugosità. A ciò si aggiunge la scarsa luminosità della pelle: il sole, infatti, ha accelerato la produzione dei radicali liberi aumentando il processo di invecchiamento cutaneo, mentre il caldo ha contribuito a degradare il collagene facendo perdere elasticità alla pelle.

Fortunatamente non si tratta di processi irreversibili, ma con le soluzioni ad hoc si possono ripristinare le condizioni ottimali della pelle. La prima cura fondamentale per la pelle è quella di adottare uno stile di vita sano che comprenda un’alimentazione adeguata ricca di alimenti antiossidanti e un utilizzo mirato di prodotti cosmetici.

I TRATTAMENTI A CASA GIORNO E NOTTE: si parte da uno scrub che elimini lo strato superficiale dell’epidermide e migliori il rinnovamento cellulare. Successivamente si idraterà in profondità la pelle prestando attenzione anche alla detersione, meglio se fatta con detergenti neutri prevalentemente oleosi. Per quanto riguarda la cura specifica della pelle, di giorno l’ideale è usare prodotti specifici che contengano molecole capaci di ” attirare ” l’acqua, come ad esempio acido ialuronico, urea, allantoina, acido lattico e aloe. Come trattamento da notte, è bene optare per prodotti più nutrienti contenenti proprietà elasticizzanti e che donino compattezza, come burro di karitè, oli vegetali, vitamina E.

I TRATTAMENTI IN ISTITUTO: può essere efficace un peeling chimico, anche per pelli più giovani, per ridare luminosità ma anche per rimuovere le antiestetiche macchie scure che compaiono in chi assume contraccettivi e non si protegge adeguatamente. Quelli più efficaci sono a base di acido glicolico, mandelico, salicilico: aumentano il turnover cellulare e stimolano i fibroblasti a produrre collagene.

LE CURE DEL DERMATOLOGO: se i trattamenti casalinghi o in istituto non dovessero bastare, ci si può rivolgere al dermatologo o al medico estetico. Fortunatamente oggi, rispetto al passato, abbiamo molte possibilità in più per far tornare la pelle a come appariva prima dell’estate. Un trattamento suggerito è la biorivitalizzazione, cioè un trattamento non invasivo fatto da iniezioni di micronutrienti biopetidi e acido ialuronico a basso peso molecolare. In questo modo si può stimolare l’idratazione in profondità consentendo così l’omeostasi cutanea fisiologica ed eliminando i segni dell’estate. Il risultato è una pelle tonica e luminosa. Utili sono inoltre i filler di acido ialuronico con immediato effetto idratante e rimpolpante: in commercio esistono forme sempre più purificate che assicurano ottima efficacia e basso rischio. Se il problema invece riguarda il rilassamento cutaneo (di solito dopo i 40 anni), si può decidere assieme al dermatologo di fiducia di effettuare la radiofrequenza, trattamento che stimola la sintesi di nuove fibre di collagene, la sostanza che determina l’elasticità della pelle.

Nouvelle Esthétique Académie