rossetto-scuro-nouvelle-glamour

IL ROSSETTO SCURO

Difficile da indossare ? Dipende dalla nuance che si sceglie.

Il rossetto: più è scuro più piace. Questa la tendenza della stagione in corso, che vede popolarsi di volti di tutte le età in cui a catalizzare gli sguardi è la bocca. Bordeaux, vinaccia, burgundy, mattone, viola, marsala: scopri la tonalità di rosso scuro più adatta a te.

BORDEAUX: per tutte; raffinato e sensuale, il rossetto scuro sulle tonalità del bordeaux può essere portato da tutte le carnagioni. Sta bene sia a quelle chiarissime che a quelle più olivastre perché è un colore pieno, che esalta la delicatezza di un volto diafano e sublima l’intensità di un viso che va dal medio al scuro. Il rouge bordeaux, insomma, è un passepartout che non ha bisogno di particolari indicazioni, salvo quella di giocare sugli effetti trasparenti o corposi, in base alle proprie preferenze: nel primo caso si sceglieranno gloss o rossetti leggeri, nel secondo lipstick coprenti fino ad arrivare alle nuove texture viniliche lucidissime.

MATTONE: il rossetto scuro tendente al mattone è perfetto su un incarnato scuro con gli occhi chiari; viceversa con gli occhi scuri sarà bene non esagerare con il sottofondo ” marrone “, altrimenti si rischia un effetto troppo cupo, che non sempre dona freschezza, anzi appesantisce il tutto.

VIOLA: avendo una base di blu, il rossetto viola è un colore freddo che si sposa benissimo con le carnagioni chiare meglio se rischiarate dagli occhi azzurri; se gli occhi sono scuri, abbinarli al viola può appesantire tutto il makeup, anche se la carnagione è chiara. In questo caso, quindi, meglio optare per rossetti scuri ” freddi “, cioè sui toni del vinaccia, che è più tenue rispetto al viola.

MAKEUP OCCHI E VISO CON IL ROSSETTO SCURO: se le labbra sono dark è bene lasciare gli occhi nudi. Lo smokey eyes potrebbe risultare forzato, caricando troppo il viso, al contrario dell’eyeliner che invece, pur accostandosi bene, sembrerebbe troppo poco ricercato. Una idea particolare può essere quella di riempire la rima inferiore ciliare con una matita scura e lasciare la palpebra mobile priva di ombretto, abbondare con il mascara e illuminare l’arcata sopraccigliare con un illuminante. Le sopracciglia devono essere ultra-curate e il fard nei toni del rosa antico. Sconsigliato il blush vinaccia che potrebbe appesantire l’effetto finale del makeup: il focus deve concentrarsi sulle labbra.

FINISH MAT O LUCIDO:  dipende dai gusti, certo, ma gli effetti più belli sono viola mat, bordeaux lucido e mattone satinato.

Nouvelle Esthétique Académie – photo credits Mondadori