massaggio-del-cuoio-capelluto

MASSAGGIO DEL CUOIO CAPELLUTO

Come qualsiasi altra parte del corpo, anche il cuoio capelluto ha bisogno di una ginnastica appropriata per essere al meglio della forma.

Il cuoio capel­luto è, di fatto, lo strato di tes­suto epi­te­liale su cui si inne­stano i capelli e deve essere sti­mo­lato nel modo cor­retto per per­met­tere la vasco­la­riz­za­zione cuta­nea e, di con­se­guenza, l’ ossigenazione ed il nutri­mento dei capelli. Gli effetti di un cuoio capel­luto in salute sono evidenti, poichè i capelli si irro­bu­sti­scono, cre­scono più velo­ce­mente e sono più lumi­nosi.

Il massaggio del cuoio capel­luto, quindi, è un gesto fon­da­men­tale che dovrebbe entrare a far parte della nostra rou­tine quo­ti­diana, poichè non com­porta sol­tanto bene­fici per i capelli: l’effetto rilassante si tra­smette, infatti, ai muscoli cra­nici, per­met­tendo di alleviare le ten­sioni e con­tra­stando il mal di testa cau­sato da stanchezza e stress. Inol­tre, con il mas­sag­gio si favo­ri­sce l’ eliminazione delle tos­sine che con­flui­scono sul cuoio capel­luto attraverso il sebo delle ghian­dole seba­cee e il sudore delle ghiandole sudo­ri­pare: il pru­rito alla testa che a volte avver­tiamo (e che in alcuni sog­getti può diven­tare a tutti gli effetti dolore) è un segnale dell’occlusione dei fol­li­coli e quindi di sof­fe­renza dei capelli e il mas­sag­gio aiuta a far “ respi­rare  “ i capelli. Vediamo alcuni di questi massaggi.

MASSAGGIO DI MOBILIZZAZIONE: i polpastrelli delle dita vengono poggiati sul cuoio capelluto, mantenendoli leggermente distanziati, per poi spingere eseguendo un movimento su e giù o in rotazione. Durata: circa un minuto per coprire tutta la testa.

MASSAGGIO PIZZICATO: in questo caso, si posizionano le mani a 2 cm di distanza l’una dall’altra, mentre le dita sono serrate. Le dita delle mani vengono, poi, avvicinate, per pizzicare il cuoio capelluto. Il massaggio dura circa 30 secondi.

MASSAGGIO A VENTOSA: con le mani appoggiate una sull’altra, viene esercitare una pressione per avvicinare le falangi dei palmi delle mani, cercando di pizzicare la pelle del cuoio capelluto. Questo massaggio ha una durata di circa 30 secondi.

CONTROINDICAZIONI: in gene­rale, non ci sono situa­zioni in cui il mas­sag­gio del cuoio capel­luto sia da evi­tare; tutt’al più, è scon­si­glia­bile un’azione pro­lun­gata negli indi­vi­dui che sof­frono di sebor­rea poi­ché sti­mola la pro­du­zione di sebo (in que­sto caso, il mas­sag­gio può essere abbi­nato ad una lozione deli­cata per deter­gere e puri­fi­care la cute).

Nouvelle Esthétique Académie