smalto-semipermanente

SMALTO SEMIPERMANENTE: COSA DEVI SAPERE

Il trattamento di smalto semipermanente è la soluzione perfetta per una manicure che resti intatta fino a 20 giorni. Ecco cosa devi sapere.

Il semipermanente può essere una valida alternativa per chi non ama particolarmente la ricostruzione unghie, ma desidera avere uno smalto che resista nel tempo e non necessiti di continui ritocchi per almeno quindici o venti giorni. L’effetto è quello di un gel, una sorta di gloss ultra lucido che non rovina assolutamente le unghie e dura a lungo: le texture semi permanenti di nuova generazione, infatti, durano fino a tre settimane consentono di avere una manicure davvero ineccepibile e chic. Può essere applicato anche in autonomia ma è prferibile rivolgersi a professioniste qualificate che usino smalti di qualità e strumenti giusti.

PER CHI E’ INDICATO ? È indicato per chi ha unghie medio-corte in quanto, pur avendo un’ottima tenuta, non è tanto resistente da essere applicato su unghie lunghe che, urtando, potrebbero deformarsi o spezzarsi. Per chi ha unghie troppo corte, soprattutto chi ha il vizio di rosicchiarle (onicofagia), è meglio ricorrere ad una ricostruzione unghie in acrilico più resistente e duratura oltre che curativa. È assolutamente indolore e, appena conclusa l’applicazione, potete star certe che le unghie non si scheggeranno. Anche se andate in piscina o al mare, lo smalto semipermanente resterà intatto. Può essere utilizzato anche in gravidanza, stando attente a far eseguire l’applicazione in un ambiente areato per evitare di respirare sostanze potenzialmente tossiche contenute in smalti e gel.

FA MALE ALLE UNGHIE ? certamente no, a patto di utilizzare prodotti di qualità e di eseguire l’applicazione e la rimozione in modo corretto. La causa di unghie rovinate, o indebolite, è da attribuirsi ad una rimozione non corretta, troppo aggressiva, ma anche ad un utilizzo scorretto di lime o buffer nella fase che precede l’applicazione dello smalto. Se non siete esperte rivolgetevi a professioniste del settore sia per l’applicazione che per la rimozione. Inoltre, per evitare di ” stressare ” troppo le unghie, adottate questa tecnica per un massimo di tre volte consecutive, interrompete per un breve periodo prima di riutilizzarla.

LEGGI ANCHE: cura delle mani; manicure: consigli; unghie fragili: soluzioni; unghie: non solo gel; smalto e personalità; smalto: i colori per le unghie corte; scegliere lo smalto giusto; applicare lo smalto; asciugare in fretta lo smalto; smalto: come farlo durare; twisted nails; nail rings; border nails.

Nouvelle Esthétique Académie